Camping in Carinzia con programma di coccole

Conosco la vita del campeggio fin da bambina, da quando, cioè, bivaccavamo con stuoia, tenda e sacco a pelo, muniti solo dello stretto necessario, cucinando seduti per terra attorno ad un fornellino a gas. Se pioveva ci rifugiavamo in un caffè, andavamo a visitare un museo o un vicino complesso termale. Eppure, mi piace il campeggio minimalista. Tanto più resto sorpresa al vedere quale offerta di relax sia nel frattempo disponibile presso alcune strutture. La parola «wellness» è da tanto ormai che è entrata a far parte della realtà del camping e così mi lancio alla scoperta di alcune di queste oasi del benessere in Carinzia.

L’Alpencamp: sauna al naturale

Un po’ nascosto a Kötschach-Mauthen, ai piedi delle Alpi Carniche, si trova l’Alpencamp. Il gestore, Sepp Kolbitsch, si fa portavoce del tema della sostenibilità e della rigenerazione nella natura, che si può apprezzare anche nelle giornate di pioggia nella cornice incontaminata del luogo. Il campeggio dispone, infatti, di una struttura, il "Wohlfühlstadl", costruita con legno tagliato nelle fasi lunari più propizie e priva di allergeni, architettonicamente ispirata al contesto locale.

L'Alpencamp Chalet

Una scalinata in larice made in Austria conduce l’ospite ad un atrio inondato di luce e qui ha inizio il programma di benessere. Una sauna in larice alpino ammicca con il suo magnifico profumo. Lì accanto c’è la sauna biologica alle erbe, decorata con assi di un’antica casa colonica, più temperata (60°C). Il bagno turco con cromoterapia e cristalli è pensato per ripristinare l’equilibrio emotivo, mentre la cabina ai raggi infrarossi è sicuramente motivo di gioia per tutti gli amanti dello sport che ne abbiano già provato gli effetti distensivi sull’apparato muscolare.

Un’esperienza particolare sono le due grotte nella roccia. Mentre fuori magari si sta abbattendo un temporale estivo, qui si può stare senza pericolo alcuno in balia di una tempesta montana con «fulmini, tuoni e rovesci». Nella sala relax tornano alla mente i ricordi di calde serate invernali passate davanti al caminetto. I due lettini rivestiti di piastrelle rosso fuoco permettono di crogiolarsi al calore della stufa a legna.

La ciliegina sulla torta è la grandiosa vista sulle Alpi Carniche.

@ Kärnten Werbung
Alpencamp Kötschach-Mauthen

L'Alpencamp Kötschach-Mauthen

L'Alpencamp Kötschach-Mauthen

@ Kärnten Werbung
Alpencamp Kötschach-Mauthen

Bendaggio allo zenzero e massaggio tailandese nella valle Gailtal

D’estate, mi racconta Sepp Kolbitsch, cresce l’offerta di massaggi all’Alpencamp. Andrea Salcher avrebbe piacere a coccolare i suoi ospiti con pratiche orientali, come il massaggio Thai Yoga, lo Hot Stone e il massaggio con spazzole. La cosa più importante, comunque, è l’approccio olistico.

In forza delle sue conoscenze sulle erbe, acquisite nel corso di tanti anni presso la Willi Dungl, è sicura di saper trovare il trattamento più efficace per ciascuno. E così può darsi che il percorso di benessere preveda un bendaggio allo zenzero, un pediluvio alla senape o anche una seduta di coppettazione. Sottoponendomi a questi trattamenti non posso non ripensare a tutte quelle volte che tornavo dalla vacanza in campeggio col mal di schiena e che non vedevo l’ora di ritrovare il mio letto.

Rientrando dall’Alpencamp, invece, probabilmente arriverei a casa come "rinata".

Camping Schluga: a proposito di aufguss automatizzati

Al Camping Schluga di Hermagor mi attende un’offerta di wellness altrettanto imponente. Bando ai tempi in cui nelle giornate di maltempo ci si doveva stringere nella sauna delle terme con un’infinità di altre persone!

La modernissima struttura balneare e saunistica dotata di piscina esterna da 120 m2 e vista sul Nassfeld/Pramollo sono un invito a restare. La sauna biologica con aufguss automatizzato, la sauna finlandese e il bagno turco, la cabina ai raggi infrarossi e la vasca Kneipp esaudiscono tutti i desideri. Tra la sala relax e la piscina coperta arde nel caminetto un fuoco che diffonde il suo calore ovunque.

Le ampie sdraio conciliano il sonnellino se per una volta la notte in tenda è stata troppo breve. La sala all’aria salmastra è un toccasana per le vie respiratorie e l’angolo del tè rende superflua persino la visita alla sala da caffè. L’ingresso all’oasi benessere è compreso nel prezzo del soggiorno da maggio a settembre.

Schluga Camping
Camping Schluga AlpinSpa

Camping Schluga benessere

Camping Schluga benessere

Schluga Camping
Camping Schluga AlpinSpa

Schluga Camping
Camping Schluga AlpinSpa

Camping Parth: yoga e wellness sul lago

Chi ama i luoghi più raccolti e tranquilli troverà un’atmosfera familiare presso il campeggio della famiglia Parth sull’Ossiacher See dove potrà dimenticare i pensieri con vista lago.

La struttura esiste dal 1960 e c’è già stato più di un habitué che ha festeggiato i cinquant’anni di fedeltà. Gli ospiti devono sentirsi a proprio agio e riuscire a distendersi sotto ogni aspetto, dice Franziska Parth. Un obiettivo a cui contribuisce tutta la famiglia a forze congiunte. Mentre Martin Parth cura l’aspetto gastronomico, Franziska Parth coordina le tante mansioni necessarie per il buon funzionamento del campeggio. Ca. 15 anni fa nacque l’idea di installare un reparto di saune.

L’offerta comprende sauna finlandese, biologica e di vapore oltre a una vasca idromassaggio e una cabina agli infrarossi, il tutto con vista sull’Ossiacher See e le colline boscose circostanti. In più si possono prenotare diversi massaggi. Apprendo anche che d’estate, sul lido privato, si tengono sedute di yoga due volte la settimana. Fare attività fisica affacciati sul lago mi sembra una cosa meravigliosa. Di sera, sempre sul lido, si servono cocktail e si assiste al calar del sole in atmosfera rilassata.

Camping Parth am See

Dopo questa breve escursione nel mondo del wellness dei campeggi carinziani sono colpita dalla varietà di proposte con cui ciascun campeggio offre a modo suo un ambiente particolare.

Sabrina Schütt, primavera 2017